Progressive Web App

Le Progressive Web App e l'evoluzione delle applicazioni mobile.

L’avvento delle Progressive Web App

Le Progressive Web App (PWA) sono una vera e propria evoluzione delle tecnologie web esistenti, ovvero delle classiche web app o app native.
Si tratta di applicazioni web ibride o meglio siti web che si possono attraverso questa nuova tecnologia, installare in qualsiasi smartphone in modo simile alle app native.
Ma, a differenze di queste ultime, godono di molteplici vantaggi in termini di usabilità, aggiornamento in tempo reale e utilizzo offline.

Il termine Progressive Web App è stato coniato nel 2015 da Frances Berriman e lo sviluppatore Alex Russell di Google Chrome.
I principi cardine delle PWA sono:

  1. Affidabilità, ovvero la capacità di funzionare offline, senza che compare il solito messaggio di una connessione assente o in qualche circostanza debole.
    Inoltre, è importante il layout responsive che permette di adattare i contenuti in qualsiasi dispositivo, senza alterare la sua qualità.
  2. Velocità. Le Progressive Web App poggiano su un service worker che permette il caching dei contenuti, nel momento in cui viene aperta l’applicazione.
  3. Coinvolgimento, grazie alla possibilità di inviare notifiche push.

I vantaggi delle Progressive Web App

Un esempio di Progressive Web App sviluppata da Neikos Digital Agency è: https://www.meteoincampania.it/
Aggiornamenti previsioni meteo Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno.

  • Progressive e Responsive. Le Progressive Web App possono essere utilizzate da qualsiasi utente, indipendentemente dal tipo di browser.
    Risultano compatibili per desktop e qualsiasi dispositivo mobile, fornendo così un’ottima esperienza di navigazione;
  • Installabili. Gli utenti possono installare l’app sul dispositivo in modo istantaneo senza alcun bisogno di download o di passare dagli store;
  • Navigabili in maniera istantanea e offline. Le Progressive Web App, a differenza delle web app tradizionali, possono utilizzare un sistema avanzato di cache interna al dispositivo per rendere più veloce la navigazione.
    Gli utenti possono navigare anche offline e questo aspetto è uno tra i principali che differenziano le Progressive Web App dalle classiche app.
  • Interagibili attraverso notifiche push. Le PWA permettono di relazionarsi con il dispositivo dell’utente attraverso l’invio delle notifiche push.
    Notifiche di offerte, newsletter e tanto altro.
  • Indicizzabili da Google e tracciabili. In termine di indicizzazione, possono ricevere traffico organico e in merito alla tracciabilità, si può analizzare il comportamento degli utenti all’interno delle singole pagine su Google Analytics.
  • App like. Si comportano con l’utente come se fossero delle app native, in termine di interazione e navigazione
  • Sicure. Le Progressive Web App devono essere utilizzate solo con il protocollo HTTPS, per avere una completa sicurezza sulla trasmissione dei dati e non incorrere nella manipolazione dei contenuti da terze parti.

 

Approfondisci il tema delle Progressive Web App con le nostre case studies.

 

Condividi: